La nuova Autorizzazione Unica Ambientale

AUA


In vigore dal 13 giugno

 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto con le procedure semplificate per Pmi e impianti non soggetti ad AIA

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dpr 59/2013 che, con l’introduzione dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), semplifica gli adempimenti gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 marzo 2013, n. 59 Regolamento recante la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a norma dell'articolo 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35. (13G00101) (GU n.124 del 29-5-2013 - Suppl. Ordinario n. 42)

Clicca

L'Autorizzazione Unica Ambientale, come stabilito dalla Legge 35/2012 sulla semplificazione e lo sviluppo, prevede una sola autorizzazione per le Pmi e gli impianti che non hanno dimensioni tali da richiedere l’AIA.

L’AUA arriva a sostituire fino sette autorizzazioni (la settima può comprendere altre autorizzazioni con potere discrezionale delle regioni.

1) l'’autorizzazione sugli scarichi ;

2) la comunicazione per l’utilizzo delle acque reflue ;

3) l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera ;

4) la documentazione previsionale di impatto acustico ;

5) l’autorizzazione all’uso dei fanghi di depurazione

6) la comunicazione sullo smaltimento e il recupero dei rifiuti.

7) inoltre, a discrezione delle Regioni, l’AUA può però ricomprendere anche altre autorizzazioni.

Come richiedere la nuova AUA

L’AUA va richiesta con un'unica domanda allo Sportello Unico per le Attività Produttive. Il rilascio avviene solitamente entro 90 giorni, ma sono ammessi tempi più lunghi nel caso in cui sia necessaria la convocazione della Conferenza di Servizi. Quando sostituisce i titoli abilitativi per i quali la conclusione del procedimento è fissata in un termine inferiore o pari a 90 giorni, l’autorità competente adotta il provvedimento e lo trasmette immediatamente allo Sportello Unico per le Attività Produttive.

Nel caso che la stessa AUA vada a sostituire titoli abilitativi per il cui procedimento sia ammessa la conclusione entro on un termine superiore a 90 giorni, in questo caso, lo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP) indice entro 30 giorni la conferenza di servizi e l’autorità competente adotta l’Autorizzazione Unica Ambientale entro 120 giorni dal ricevimento della domanda. Nel caso in cui vengano richiesti dei documenti integrativi, l’AUA è rilasciata entro 150 giorni.

E' auspicabile che finalmente le pubbliche amministrazioni rispettino i termini stabiliti dalle nuove disposizioni di legge affinchè il cittadino possa avere la certezza di ottenere le autorizzazioni richieste.