OBBLIGATORIETA’ DELL’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE
DAL 01.01.2010


Vista la Sezione II - Art. 23 lettera b del Codice Deontologico della categoria il quale prevede che il Geometra deve “mantenere costantemente aggiornata la propria preparazione professionale attraverso lo svolgimento e la frequenza delle attività di informazione, di formazione e aggiornamento secondo le modalità statuite dal Consiglio Nazionale sentiti i Collegi Provinciali e Circondariali”; visto il Regolamento della Formazione Continua Professionale pubblicato sulla G. U. n. 53 del 5 marzo 2007; Nella seduta di Consiglio del 10 novembre 2009 il Consiglio Nazionale Geometri ha approvato il nuovo regolamento della Formazione Continua Professionale specificando quanto segue:

Gli eventi formativi devono comprendere le discipline tecnico-scientifiche inerenti all’attività professionale del geometra nonché le norme di deontologia e ordinamento professionale e le altre discipline comunque funzionali all’esercizio della libera professione (le lingue, l’informatica, la comunicazione…);

La formazione continua dovrà accompagnare l’iscritto lungo tutto il periodo dell’attività professionale;

Chiunque sia iscritto all’albo professionale ha l’obbligo (pena provvedimento disciplinare) della formazione continua professionale a partire dal 1° gennaio successivo all’anno di iscrizione all’albo;

Il credito formativo “CFP” (unità di misura della quantità, livello, profilo e valenza del percorso formativo del Geometra) nei seminari è generalmente riferito al tempo impiegato (ora=credito) mentre nei corsi è in funzione dei contenuti scientifici ed innovativi dell’evento formativo;

Il numero minimo dei CFP obbligatori per ogni iscritto all’albo è (così come mostrato sotto indicata tabella) suddiviso a seconda degli anni di iscrizione (Colonna A): l’iscritto sarà tenuto a rispettare un minino annuale di CFP (Colonna B) con un raggiungimento di un minimo quinquennale (Colonna C). Nel caso in cui, l’iscritto Geometra si trovi in un anno intermedio di un quinquennio, dovrà dividere per cinque il totale quinquennale dei minimi CFP (Colonna C) e moltiplicarlo per gli anni che restano per arrivare alla fine del periodo formativo (es. all’anno 2010, 18° anno di iscrizione all’albo: 80 CFP / 5 anni = 16 CFP x 3 anni = 48 CFP minimi per concludere il periodo formativi (quinquennio) con un minimo di 10 CFP all’anno)

L’obbligo della formazione professionale continua, potrà essere sospeso in caso di impedimento dovuto a maternità, grave malattia o grave infortunio. La sospensione, su istanza dell’iscritto, dovrà essere deliberata dal Consiglio del Collegio e, all’accoglimento dell’istanza, l’iscritto sarà sospeso dall’obbligo formativo dei CFP minimi annuali e quinquennali, in ragione della frazione del periodo interessato.

I Crediti Formativi maturati fino al 31.12.2009 concorreranno al raggiungimento del livello minimo complessivo (colonna C) fermo restando l’obbligo di ottenere i minimi annuali.


 

 
A
 
B
 
C
 
1
0
 
 
160
2
15
3
15
4
15
5
15
6
10
 
 
120
7
10
8
10
9
10
10
10
11
10
 
 
100
12
10
13
10
14
10
15
10
16
10
 
 
80
17
10
18
10
19
10
20
10
21
10
 
 
50
22
10
23
10
24
10
25
10
26
10
 
 
50
27
10
28
10
29
10
30
10
31
10
 
 
50
32
10
33
10
34
10
35
10
 
A – anni di iscrizione all’Albo professionale
B – CFP da conseguire nell’anno
C – CFP da conseguire nel quinquennio
 




Regolamento per la formazione continua

 

 

 


.