Le modalità per evitare il pagamento dell'ICI per il 2011 per gli edifici rurali e quelli ad uso strumentale (categorie A/6 e D/10)

Domande entro il 31 marzo

La necessaria chiarezza non è mai troppa e quando si tratta di questioni fiscali diventa quanto mai importante. Sul sito dell'Agenzia del territorio venivano pubblicate le modalità per i Fabbricati Rurali per variazione catastale - Vedi link della pagina delle News dell'Agenzia

Il famoso "Decreto Milleproroghe" il 216/2011 (Era Monti- Anno I° EM) ha prorogato la scadenza fissata per il 30 settembre 2011 al 31/03/2012 - Però la famosa Manovra "Salva Italia" (cioè quella lacrime e sangue - Le lacrime intese come quelle degli italiani e non della sceneggiata del ministro Fornero) hanno abolito questa possbilità, fermo restando il fatto che venissero confermate le domande presentate entro un periodo di tempo (che bella spiegazione !!! - Classica per la maniera di parlare e di agire di Mario Monti che ... parla poi si ferma, cincischia ecc. ).

Quindi si consiglia, per coloro che non l'hanno ancora fatta, di fare la domanda del riconoscimento della ruralità per evitare il pagamento dell’imposta comunale riferita al 2011. Domanda che però non servirà per l'anno 2012 in quanto con l’introduzione dell’Imu, anche gli edifici rurali pagheranno.

Ma se entro il 30 novembre 2012 gli immobili rurali risulteranno ancora iscritti al Catasto Terreni, in quanto non dichiarati al Catasto Fabbricati, per questo periodo di interregno, per l'anno 2012, l’Imu verrà applicata anche ai fabbricati ancora rurali, con l'attribuizione di una rendita presunta (calcolata sulla base di unità immobiliari simili già iscritte al catasto fabbricati), a titolo di acconto per poi conguagliarla quando all'immobile le sarà attribuita una rendita definitiva. Che bello !!!

 

Geom.Cesare Gherardi

 

 

 


.