RITORNA IN DISCUSSIONE IL

ddl 1865 Vicari


Dopo più di due anni di sonno è ricominciato al Senato l’esame dell'ormai famoso disegno di legge n. 1865 in materia di competenze professionali dei geometri, per iniziativa della senatrice Arch. Simona Vicari del PdL.
Questo ddl, se trasformato in legge dello stato, permetterebbe a tutti i geometri e ai cosidetti geometri laureati, ai periti industriali specializzati in edilizia e periti industriali laureati di occuparsi di progettazione architettonica e strutturale, di collaudo statico, di ristrutturazioni. Le loro competenze sarebbero però limitate agli edifici fino a 5000 metri cubi, fino a tre piani fuori terra in zona non sismica e fino a due piani fuori terra in zona sismica .

Era inevitabile che, come successe allora che scatenò le proteste degli architetti, che nonostante che non disdegnino , specialmente in questo momento, di occuparsi di materie prettamente specifiche dei geometri come il catasto, hanno subito osteggiato la ripresa dell'iter parlamentare del ddl che a loro dire è “finalizzato a modificare in modo assolutamente arbitrario le competenze delle categorie professionali indicate” e ovviamente anche degli ingegneri, secondo loro questo disegno di legge stravolge in modo arbitrario e senza infondate giustificazioni le attuali vigenti competenze professionali, isomma guerra su tutti i fronti.

Vi furono addirittura due Movimenti : il primo “Amate l’Architettura”, ed il seocndo , l’Associazione “Spazi Contemporanei” di Catania, che attivarono un dura lotta contro questo ddl con petizioni varie e invio di lettere ufficiali per sedersi attorno ad un tavolo di concertazione per scrivere nuove regole per la regimentazione delle specifiche attività e competenze professionali. Dopo tutto questo la Senatrice ritirò il ddl.

La lotta contro il decretto è ricominciata oggi che la Senatrice Vicari ha fatto scrivere all'ordine del giorno la discussione su questa proposta. E' auspicabile che le opsolete regole che dettano la professione di Geometra vengano finalmente adeguate alle moderne esigenze operative perchè i Geometri sono e resteranno ancora fondamentali nella nostra società per lo svolgimento di tutte quelle attività a loro congeniali che dovrebbero essere inibite ad altre categorie professionali e che gli organi preposti alla tutela della nostra professione dovrebbero fermamente sostenere.

 

Geom.Cesare Gherardi


 

 


.