SNELLIMENTI BUROCRATICI PER ALCUNI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

LAVORI SENZA DIA

"Tutti padroni in casa propria"

Ma sarà vero ?

BUROCRATI giù le mani dalla CASA !!!

Nel decreto Legge approvato dal Governo per il rilancio dell'economia sono state inserite alcune norme per la semplificazione di lavori edilizi all'interno degli immobili che non sappiamo quali risvolti avranno nel contesto delle Leggi regionali in materia e  se,  ancora una volta,  verranno ingabbiate dalle solite pastoie burocratiche che le regioni,  che si contrappongono all'operato del governo,  inventeranno per boicottare tale provvedimento . E' notorio che questa è materia delegata alle regioni e quindi ormai è risaputo, che per antitesi politica, quando il governo fa una cosa le regioni rispondono picche, come ad esempio per il Piano Casa.

Il decreto contiene infatti misure di semplificazione che consentiranno ai cittadini di realizzare opere senza denuncia di inizio attività (DIA) consistenti in :

- interventi edilizi di manutenzione ordinaria e straordinaria in casa propria purchè tali interventi:

  • - non riguardino modifiche alle parti strutturali dell’edificio; (muri portanti e quant'altro)
  • - non comportino aumenti di superficie o volumetria dell'immobile;
  • - non prevedano l'unione o il frazionamento di unità immobiliari.
     

Oltre agli interventi di cui sopra intesi e definiti di manutenzione straordinaria,  all'interno degli appartamenti degli appartamenti,  ne vengono anche liberalizzati altri come lavori per :

  • - l'eliminazione di barriere architettoniche;
  • - la realizzazione di opere temporanee di ricerca nel sottosuolo;
  • - i movimenti di terra pertinenti all’attività agricola;
  • - la realizzazione di serre mobili stagionali;
  • - la pavimentazione e finitura di spazi esterni;
  • - l'installazione di pannelli fotovoltaici e termici (purchè siano fuori dei centri storici - zona A);
  • - la realizzazione di opere di arredo urbano pertinenziale e di aree ludiche senza fini di lucro.

INCENTIVI PER IL RILANCIO DELL'ECONOMIA

Leggi sul sole24ore

Clicca