UN' IMPORTANTE PROPOSTA DI LEGGE

della REGIONE TOSCANA

Semplificazioni delle procedure in edilizia, SUAP ecc.

Il DURC sarà richiesto direttamente dalle PA

 

Alcune anticipazioni

Modifica della disciplina del titolo abilitativo all'esercizio di attività economiche (fra le altre: agriturismo, manifestazioni fieristiche, strutture veterinarie, utilizzazione delle acque minerali, gestione di piscine private a uso collettivo) per adeguarlo all'introduzione dell'istituto della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), con precisazione della necessità di corredare la SCIA con asseverazioni -

Semplificazione dei controlli sulle imprese (acquisizione d'ufficio da parte delle amministrazioni del documento unico di regolarità contributiva nell'ambito delle procedure relative ai lavori pubblici e privati dell'edilizia; semplificazione della documentazione di impatto acustico per alcune tipologie di imprese) -

Modifiche alla normativa regionale relativa agli impianti energetici, in adeguamento alla normativa europea, statale e regionale in materia di semplificazione -

Modifiche alla legge regionale 23 giugno 2003, n. 30 (Disciplina delle attività agrituristiche in Toscana)
Articoli 7 – 10
Al fine di adeguare alla normativa statale (art. 19 l.r. 241/1990) la disciplina relativa all'attività agrituristica è prevista la presentazione della SCIA senza asseverazioni.
Nell'articolo 7 inoltre, al fine di semplificare gli adempimenti posti a carico degli agricoltori che intendono svolgere l'attività di agriturismo è consentita la compilazione della SCIA agrituristica, da presentare allo sportello unico dell’attività produttive (SUAP) del comune competente, attraverso l'utilizzo del sistema informativo dell'Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura (ARTEA). L'utilizzo di tale sistema facilita infatti la compilazione della domanda in quanto l'interessato può reperire, nel proprio fascicolo aziendale, tutti dati necessari

Modifiche alla legge regionale 9 marzo 2006, n.8 (Norme in materia di requisiti igienico- sanitari delle piscine ad uso natatorio)
Articoli 18 e 19
Al fine di adeguare alla normativa statale (art. 19 l.r. 241/1990) la disciplina relativa alla gestione di piscine private a uso collettivo è prevista la presentazione della SCIA senza asseverazioni

Modifiche alla legge regionale 1 dicembre 1998, n. 89 (Norme in materia di inquinamento acustico)
Articolo 24
L'articolo reca numerose modifiche all'articolo 12 della l.r. 89/998, con le quali è recepita nell'ordinamento regionale la normativa statale di semplificazione della documentazione di impatto acustico contenuta nel d.p.r. 227/2011.
Le principali innovazioni introdotte riguardano la modulazione dell'obbligo di presentare la documentazione di impatto acustico in base alla rumorosità dell'attività che si intende svolgere e la possibilità di sostituire la produzione della documentazione di impatto acustico con una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, nei casi di attività che non superano i limiti di emissione fissati dal piano di classificazione acustica comunale (rispettivamente commi 6 ter e 6 quater).
Sono poi introdotte modifiche di miglioramento e coordinamento del testo.



Scarica il testo integrale delle proposte

Clicca

 

 

 

 


.