APE_2014 - Prontogeometra il portale dei geometri italiani on-line

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:


Torna al sommario

     

Nuove UNI TS 11300 per la redazione dell’Ape
Adeguamento dei  software


Sembrava proprio giusto che in questo clima di crisi si pensasse ad adeguare le Norme UNI TS 11300 così che i professionisti  specializzati e abilitati al rilascio degli APE fossero costretti ad acquistare gli aggiornamenti dei programmi. Per combattere la crisi si fanno norme a senso unico, che una volta colpiscono una categoria gratificandola (poche … ) e una ne colpiscono un’altra penalizzandola (tante …) – Ora si doveva gratificare le soft house ma si poteva aspettare, ma quando  “mamma europa” chiama …  giù le brache !!! Ma a volte per altre cose si fa orecchio da mercante per l’APE no !!! Giù la testa. Ma tutto poi su chi  ricade ? Sempre sul più debole, magari sul povero pensionato che per affittare un quartieruccio  per arrotondare la pensione è costretto a fare …. Questa APE (la maggior parte dei vecchi edifici è in classe  “G” e non abbiamo capito ancora a cosa serva …) Si serve solo,  come abbiamo detto ... a far spendere soldi … E basta !!!
Perdonatemi di questo sfogo, detto questo passiamo all’aggiornamento.


Le norme UNI/TS 11300-1 e 2 del 2014 relative al calcolo del fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva ed invernale e di energia primaria per la climatizzazione invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la ventilazione e l’illuminazione in edifici non residenziali sono entrate in vigore il 2 ottobre 2014 e cioè  il giorno stesso della loro pubblicazione.

La conseguenza è che  hanno creato una piccola rivoluzione nei procedimenti di calcolo delle prestazioni energetiche di edifici e impianti, che ovviamente vanno immediatamente adeguati alle nuove specifiche tecniche, per il rispetto dei Dlgs 192/2005 e 311/2006 e del DPR 59/2009 e per la certificazione energetica degli edifici nelle Regioni che richiamano le norme UNI/TS 11300 per tali calcoli. I programmi attuali non sono più idonei al calcolo e quindi sono necessari aggiornamenti. Da quanto mi risulta il costo oscilla tra le 300 e 400 euro, mentre quelli gratuiti tardano a venire, anzi per quanto riguarda il DOCET (CNR e ENEA) , sul sito ufficiale si avverte di non usarlo in attesa di chiarimenti da parte del Ministero … che bello !!!  

Il Comitato Termotecnico Italiano (CTI), l’organismo che certifica la conformità alle norme UNI TS 11300 dei software per la certificazione energetica, si è dato da fare ha informato gli utenti di aver attivato la procedura di verifica di conformità alle norme UNI/TS 11300-1 e 2 del 2014, sospendendo quella relativa alla versione 2008.
Le software house stanno aggiornando i propri software per la certificazione energetica (molti programmi, come hp già detto sono già in vendita)


 
Geom.Cesare Gherardi


Torna al sommario

     

 
Torna ai contenuti | Torna al menu