EDILIZIA_1 - Prontogeometra il portale dei geometri italiani on-line

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:








Decreto Sblocca Italia pubblicato in Gazzetta Ufficiale,
contenente importanti misure per l'edilizia.
Decreto legge del 12.09.2014 n. 133














Scarica e leggi il testo ufficiale pubblicato in Gazzetta



Su questa pagina sarà publicato un estratto delle msure che interessano l'edilizia








____________________________________________________________________________________________________________________________________





LA CIL
Comunicazione Inizio Lavori



Novità assoluta
Potranno essere realizzati
interventi di manutenzione straordinaria come frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere che ovviamente comportino la variazione delle superfici delle stesse nonché  l'aumento del carico urbanistico (purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso) , con Comunicazione di inizio lavori (CIL), anziché con Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA). In sintesi trattasi di operazioni di frazionamento immobiliare che potranno essere fatte con una CIL ma sicuramente dovrà essere una CIL asseverata in quanto per questo tipo di operazioni è necessaria la progettazione di un tecnico abilitato che dovrà essere in grado di valutare sia la fattibilità dell'intervento e sia l'osservanza dei regolementi urbanistico-edilizi dei comuni dove dovranno essere operati gli interventi. Si deve capire se è solo un cambio di nome alla procedura o se è veramente una novità. Il punto è che generalmente, in caso di farzionamento,  sono dovuti gli oneri di urbanizzazione da computarsi  sulle unità derivate dove si crea una cucina. Aspetto da approfondire.


__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________








CIL

La Cil avrà validità anche ai fini dell’aggiornamento catastale e l’amministrazione comunale dovrà tempestivamente inoltrarla all’Agenzia del territorio. Ovviamente resta l'obbligo da parte del proprietario di far eseguire da un tecnico abilitato la variazione catastale con la procedura DOCFA  e questa dovrà contenere gli estremi della CIL (cosa che a Roma viene già richiesta con l'inserimento dei protocolli di presentazione nella Relazione).
Potranno essere realizzati anche con Cil asseverata gli interventi di manutenzione straordinaria, compresa l’apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali, le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati, o le modifiche della destinazione d’uso dei locali adibiti ad esercizio d’impresa

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________










CIL



L'interessato  trasmetterà all'amministrazione comunale la comunicazione di  inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato che attesterà, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti  urbanistici e ai regolamenti edilizi e che non interessano le parti strutturali dell'edificio. Nella CIL asseverata dovranno essere indicati i dati identificativi dell'impresa che realizza i lavori.
Quindi si deduce che in caso di CIL semplice e non asseverata non necessita l'indicazione dell'Impresa esecutrice (punto da verificare)

Altra modifica molto importante riguarda gli interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia che comportano aumento di unità immobiliari e modifiche delle superfici che non saranno più soggetti a permesso di costruire, ma a SCIA.

Le varianti a permessi di costruire che non configurano una variazione essenziale saranno realizzabili mediante SCIA.
Per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di ristrutturazione urbanistica attuati anche in aree industriali dismesse, sarà ammessa la richiesta di permesso di costruire in deroga alle destinazioni d’uso a condizione che il Comune ne attesti l’interesse pubblico.


________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________





Termini rilascio
Permesso di Costruire
e
Mutamento d’uso urbanisticamente rilevante

I termini per il rilascio del permesso di costruire verranno raddoppiati non più per tutti i Comuni oltre i 100mila abitanti, ma ‘nei soli casi di progetti particolarmente complessi secondo la motivata risoluzione del responsabile del procedimento.
Viene introdotto il concetto di “mutamento d’uso urbanisticamente rilevante” ovvero un cambio dell’utilizzo dell’immobile rispetto a quello originario, senza opere edilizie, tale da comportare l’assegnazione dell’immobile ad una diversa categoria funzionale tra le seguenti: residenziale e turistico-ricettiva,  produttiva e direzionale; commerciale,  rurale. Cosa significhi il Concetto ancora lo dovremo capire perchè il concetto è una cosa e l'attuazione del concetto è un'altra. E' da rilevare che questo è un passo avanti molto importante in quanto se trovasse la sua effettiva applicazione specialmente nei centri storici delle nostre città potrebbe aprire la strada a tante possbilità operative che sono ferme per regolamenti assurdi e punitivi per chi vuole veramente fare con occasioni di investimento e lavoro non indifferenti.






Permesso di Costruire Convenzionato


Il decreto inoltre prevede il “permesso di costruire convenzionato”, e qui parole messe in fila ...  il cui rilascio è possibile qualora le esigenze di urbanizzazione possano essere soddisfatte, sotto il controllo del Comune, con una modalità semplificata. La convenzione che regolerà detto permesso dovrà specificare gli obblighi del soggetto attuatore, consistenti in :
a) la cessione di aree con l’utilizzo di diritti edificatori,
b) la realizzazione di opere di urbanizzazione,
c) le caratteristiche morfologiche degli interventi,
d) la realizzazione di interventi di edilizia residenziale sociale.
Tutto come prima -
L’attuazione degli interventi previsti nelle convenzioni può avvenire per stralci funzionali e per fasi e tempi distinti.
Negli interventi  di trasformazione urbana complessi, il contributo per il rilascio del permesso di costruire sarà calcolato solo in base al costo di costruzione.
Le opere di urbanizzazione, invece, saranno direttamente messe in carico all’operatore privato che ne resterebbe proprietario.
Gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e il costo di costruzione saranno differenziati per incentivare, in particolare nelle aree a maggiore densità del costruito, gli interventi di ristrutturazione edilizia anziché quelli di nuova costruzione.
Agevolazione ?





Pagina 2 di 6
         

 
Torna ai contenuti | Torna al menu