FISCALIZZAZIONE_DEMOLIZIONE - Prontogeometra il portale dei geometri italiani on-line

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:


Torna al sommario

     

Un'importante sentenza del TAR della Capania

In caso di abuso edilizio è ammessa la multa alternativa alla demolizione solo se si tratta di vizi formali, non sostanziali,
e se le opere non possono essere rimosse senza provocare ulteriori danni.

Il Tar Campania, che con la sentenza 4289/2015 ha fatto puntualizzato relativamente all'articolo 38 del Testo unico dell’edilizia (Dpr 380/2001). Nel caso di annullamento del permesso di costruire, la sanzione pecuniaria alternativa all’ordinanza di demolizione è ammessa solo se, dopo una valutazione motivata, risulta impossibile la rimozione dei vizi e il ripristino della situazione preesistente.


In sintesi è una  “fiscalizzazione dell’abuso edilizio"


Si appilca solo se i vizi sono formali e procedurali e non quelli sostanziali. La multa alternativa alla demolizione può essere applicata ad esempio quando soltanto una parte del fabbricato risulta abusiva e dalla sua demolizione deriverebbero rischi elevati per la parte costruita a norma.

http://biblus.acca.it/download/sentenza-tar-campania-42892015-abuso-edilizio-e-sanzione-pecuniaria/

Nella pagina cliccando su Download potrete scaricate la sentenza

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu