FOTOVOLTAICO - Prontogeometra il portale dei geometri italiani on-line

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:


Torna al sommario

     

L’installazione di piccoli impianti fotovoltaici  
fino a 20 kW sui tetti degli edifici
dovrebbe diventare più facile

Abbiamo usato il "dovrebbe" perchè quando si sente parlare (e in questo momento, troppo spesso di semplificazioni) ,  poi finisce che in sintesi poi diventa più  complicato anche perchè le nostre istituzioni non sono ancora molto preparate ad avere una dimestichezza con i sistemi informatici (il modello unico 730 precompliato ne è l'esempio più eclatante !!!) - Detto questo passimo ai fatti :
il  Ministero dello Sviluppo Economico (solita sigla ... Mise) ha firmato il decreto che introduce un Modello Unico per la realizzazione, connessione e messa in esercizio che ha come scopo la riduzione delle informazioni e dei dati da trasmettere alle Amministrazioni e la razionalizzazione di tutta la procedura.


Vai all'apposita pagina sul sito ufficiale del MISE




Modello Unico
Basteranno veramnete due clik ?

                        

Questo modello unico si comporrà in due parti :
- la prima deve essere compilata prima dell’inizio dei lavori
- la seconda ad intervento concluso.
La compilazione e l’invio devono avvenire online, attraverso apposito portale.
Non sarà più il richiedente privato cittadino ecc. a svolgere tutta la pratica ma sarà il soggetto istallatore a compilare il tutto e a interagire con GSE (Gestore servizi energetici
) - Terna (Società che gestisce la rete elettrica nazionale ) e i Comuni nel cui territorio saranno istallati gli impianti.


Il Modello unico entrerà in vigore dopo 180 giorni dall'entrata in vigore del Decreto del Ministero

Con le seguenti modalità applicative reltive agli impianti :  

- realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione;
- aventi potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo;
- aventi potenza nominale non superiore a 20 Kw,
- per i quali sia contestualmente richiesto l’accesso al regime di scambio sul posto;
- realizzati sui tetti degli edifici con le modalità previste
dall’articolo 7-bis comma 5 del D.lgs 28/2011 (Vedi intero Decreto
) ;
- assenza di ulteriori impianti di produzione sullo stesso punto di prelievo.

- Successivamente  il  Gestore della rete  entro 20 giorni lavorativi dalla ricezione della prima parte del Modello Unico verifica la compatibilità della domanda e che per la connessione siano previsti lavori semplici limitati all’installazione del gruppo di misura. e dopo il controllo in caso di esito positivo l’iter di connessione è avviato automaticamente.  Lo stesso  Gestore di rete informa quindi il richiedente e provvede ad inviare una copia del modello unico al Comune e al GSE, a caricare i dati dell’impianto sul portale GAUDI'  di Terna (connessione al portale GUADI' ) e ad addebitare al richiedente gli oneri per la connessione. Se invce il Gestore di rete riscontra invece la necessità di effettuare lavori complessi per la connessione, o comunque non limitati all’installazione del gruppo di misura, invia al richiedente il preventivo per la connessione.


A parole sembrerebbe tutto semplice e quindi verificheremo non appena il tutto sarà operativo,  se alle belle parole seguiranno i fatti.

Geom.Cesare Gherardi
 








 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu